March 21, 2018 Jakob 0Comment

Quante volte per riferirci ad una persona puntualissima abbiamo usato l’espressione “come un orologio svizzero”? Questo perchè l’arte di unire ingranaggi minuscoli per produrre orologi dalla precisione impeccabile, oltre che dal design accattivante, è da secoli di dominio degli orologiai svizzeri.

Il tutto si deve far risalire a parecchi secoli fa quando, in seguito alla diffusione del calvinismo nella regione, i beni di lusso iniziarono ad essere considerati manifestazioni di arroganza e ne fu bandita l’ostensione. Gli orafi svizzeri dovettero quindi ripiegare sulla produzione di orologi, che rimangono sempre preziosissimi e costosi, ma hanno una concreta utilità pratica soprattutto in un mondo, come quello calvinista, dove il lavoro è considerato l’unico modo di garantirsi il favore di Dio.

Dapprima la produzione di orologi si era stanziata nella città di Ginevra, dove permangono alcuni quartieri caratteristici. Successivamente, a causa dell’eccessiva concentrazione, ci si spostò verso il massiccio del Giura in quella che sarà denominata “vallata degli orologi”. E’ qui che si trovano città come La Chaux-de-Fonds e Le Locle che sono state dichiarate patrimonio dell’UNESCO. Da semplici villaggi si sono presto trasformati in città industrializzate e plasmate da questo tipo di manifattura, divenendo esempi autentici ed originali di questa lunga tradizione svizzera.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *